Telermarketing: Pd, rivedere testo o rischio licenziamenti

Imagine del articolo

"Le nuove regole per il telemarketing in discussione nella Commissione Trasporti della Camera hanno bisogno di alcune modifiche di buon senso, o rischiano di provocare la perdita di migliaia di posti di lavoro". 

Lo dichiara la Responsabile Lavoro del PD e vice capogruppo alla Camera, Chiara Gribaudo, a proposito della pdl 4619, già approvata in prima lettura al Senato, che modifica le regole inerenti le attività dei call center in Italia. Si unisce al suo appello il Presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, che afferma: "Il campo dei lavoratori di call center, nel nostro Paese, è già messo a dura prova dalle esternalizzazioni verso l'estero. Questa legge, così com'è, mette a rischio anche la tutela del consumatore, che rischia di perdere definitivamente un servizio serio e professionale." "L'istituzione del prefisso unico da parte di Agcom, senza alcuna distinzione fra attività di telemarketing e attività di ricerca di mercato, mette a rischio l'operabilità dell'intero settore della sondaggistica. Sarebbe più utile e giusto differenziare le attività promozionali da quelle di rilevamento, come si profila a livello europeo. Le modifiche al registro delle opposizioni, invece, sono da tempo attese e necessarie - proseguono - ma il decadimento automatico di tutte le autorizzazioni espresse dai consumatori nei confronti delle aziende è una misura eccessiva.

Occorrerebbe un periodo transitorio, nel quale fra aziende e clienti ci sia un chiarimento e una scelta rispetto all'uso dei loro contatti privati." Concludono i due deputati dem: "In entrambi i casi, serve un doppio binario: da un lato per non penalizzare le ricerche di mercato, dall'altro per salvaguardare le aziende che utilizzano i propri contatti in maniera legittima e trasparente". 

3 ottobre 2017

L'Associazione mette a disposizione corsi di formazione on line, erogati da un ente certificatore esterno, in grado di rilasciare un attestato ad ogni singolo partecipante.

I corsi sono creati per le specifiche esigenze degli operatori di call center, hanno una durata di 45 minuti circa e prevedono l’accesso finale ad un test per il rilascio di un attestato individuale.

NEWS RECENTI

15 gennaio 2018

Privacy, come difendersi dalle telefonate indesiderate

Insieme a nome, cognome e indirizzo, il numero di telefono è il dato personale più utilizzato. D’altra parte, i cellulari sono diventati appendici del nostro corpo e lasciamo il numero dello smartphone un po’ dappertutto: quando facciamo un biglietto di viaggio, se scarichi...

3 gennaio 2018

Call center, governo fissa salario medio in quelli che partecipano ad appalti pubblici. Per il 60% dei lavoratori resta la giungla

Il ministero del Lavoro ha fissato a un minimo di 17 euro il costo dei dipendenti per i 30mila addetti dei centri telefonici che lavorano per le pubbliche amministrazioni. "Un passo in avanti, ma non risolutivo”, spiega Marco Del Cimmuto, segretario nazionale Tlc Slc Cgil. "Le s...

31 dicembre 2017

Call center, stabilito il costo minimo per minuto

Assocontact (associazione che rappresenta un’altra parte di call center in attività e che non ha partecipato alla definizione delle tabelle) si dice insoddisfatta. «I valori definiti dal ministero del Lavoro si riferiscono ai costi del lavoro diretti dei singoli operatori, ma non ...