Stipendi più alti per gli addetti ai call center, ecco il decreto

CorCom

Imagine del articolo

di Federica Meta - CorCom

Sale la retribuzione per i lavoratori dei call center. Il ministero del Lavoro ha adottato Decreto direttoriale n. 77 che aggiorna il costo medio orario del lavoro per il personale dipendente da imprese aggiudicatarie di servizi di call center. Il primo adeguamento era stato adottato a fine 2017 per poi entrare in vigore a gennaio; dopo la firma del nuovo contratto nazionale del settore si sono resi necessari ulteriori aggiornamenti.

Il costo deve oscillare tra i 0,4016 euro di un lavoratore di secondo livello – il primo livello nel contratto delle Tlc non è contemplato – e i 0,5092 del quinto livello.  Non sarà dunque più possibile mettere in piedi gare per l’affidamento di servizi di customer care che vadano al di sotto di questi parametri. La retribuzione annua lorda del lavoratore non deve stare al di sotto dei 18.635,36 euro di un addetto di secondo livello; per il quinto livello la retribuzione deve essere di 23.655,68.

“Il costo del lavoro – spiega a CorCom, Fabio Gozzo della Uilcom – è stato parametrato non alla quantità effettiva di minuti in cui l’addetto è al telefono ma prendendo in considerazione anche le pause di legge e i cosiddetti tempi di inoccupancy in cui l’addetto è al videoterminale ma non in comunicazione con il cliente”. 

Deroghe a questi parametri sono consentite solo nel caso in cui l’azienda goda di eventuali benefici; nel caso di oneri derivanti dall’applicazione di eventuali accordi integrativi aziendali (ticket, mensa,  premi, indennità, ad esempio); oneri  a valle di interventi relativi a infrastrutture, attrezzature, macchinari.

Fonte dell'articolo: Vedi su CorCom
Alessio Samele 2 ottobre 2018

L'Associazione mette a disposizione corsi di formazione on line, erogati da un ente certificatore esterno, in grado di rilasciare un attestato ad ogni singolo partecipante.

I corsi sono creati per le specifiche esigenze degli operatori di call center, hanno una durata di 45 minuti circa e prevedono l’accesso finale ad un test per il rilascio di un attestato individuale.

NEWS RECENTI

11 febbraio 2019

Paolo Sarzana (Assocontact) ospite a Mi Manda Rai Tre

6 febbraio 2019

Telemarketing, così cambierà nel 2019 con le nuove regole

Anni di telefonate moleste e azioni borderline hanno portato alla demonizzazione del telemarketing. Tre nuovi provvedimenti potrebbero però consentire una svolta a vantaggio di tutti (aziende, call center e consumatori) e farlo diventare veicolo per l’acquisizione di nuovi clienti nel r...

21 gennaio 2019

Call center, Assocontact: “Serve impegno di tutti i committenti”

La “ricetta” dell’associazione contro la crisi del settore: “Coinvolgere le aziende Telco, Media e Banking”. E sul decreto Dignità: “Provvedimento con giuste finalità ma che non riesce a garantire la tutela occupazionale“ ...